drug side effects

Coliche del neonato, come prevenirle

Esiste un modo per prevenire le coliche dei neonati? Nello scorso post abbiamo raccontato alcuni consigli utili per far passare le coliche dei neonati, vediamo ora se sono possibili accorgimenti per evitare che arrivino!

Condizioni psicofisiche della madre

Soprattutto durante l’allattamento, così come in gravidanza, i bimbi sono delle “spugne” che assorbono tutto quello che arriva dalla mamma. Non solo il latte materno quindi, ma anche le paure e le tensioni. Soprattutto con i primogeniti, una mamma rischia di essere molto apprensiva, o iper protettiva. Se la nascita del bimbo spaventa, se magari già la gravidanza era stata carica di ansia, è più probabile che anche il bambino rischi di avere problemi di coliche.
Un buon rimedio potrebbe essere quello di calmarsi, anche con tisane e bevande rilassanti.
L’aiuto di un’altra persona nei primi mesi dell’arrivo del bimbo è fondamentale: se ne abbiamo la possibilità, è meglio chiedere aiuto una volta di più anziché una volta di meno. Anche solo per avere un momento di relax, come un bagno con più calma o un appuntamento in quei posti (parrucchiere, estetista…) che tipicamente fanno sentire meglio una donna!

Alimentazione della madre

Durante l’allattamento tutto quello che viene mal tollerato, a livello di intestino, da parte della madre rischia di ritrovarsi anche nel bimbo. Senza esagerare, e senza mettersi inutilmente a dieta, è bene provare a ridurre alcuni alimenti. Si può cominciare da latte vaccino e latticini (quindi, formaggi), per vedere se la salute del bimbo migliora e si produce meno aria nella sua pancia. Dopodiché si può provare a ridurre i legumi e tutti gli alimenti che aumentano il meteorismo. Un’altra possibilità è ridurre drasticamente alimenti eccitanti o facilmente a rischio di allergie, come il cioccolato e il caffé. Si può provare quindi a fare delle prove anche riducendo o eliminando il cibo speziato, i derivati del grano, nocciole e fragole, verdure appartenenti alle crucifere (broccoli, cavoli e cavolfiori). A quanto pare anche l’aglio è tra i cibi che potremmo evitare di ingerire.

Massaggio neonatale

In moltissimi consultori famigliari è possibile partecipare a corsi di massaggio neonatale che aiutano l’intestino del bambino a “funzionare meglio”. Le coliche sono dovute all’immaturità dell’intestino del neonato ed è per questo che, generalmente, passano da sole dopo i primi tre – quattro mesi di vita. E’ utile quindi stimolare la pancia del bambino, con una spirale che parte dall’ombelico in senso orario premendo un po’ di più quando ci si muove sulla zona sinistra (verso il basso) della pancia. Un altro movimento che aiuta è quello delle gambe del neonato: piegarle insieme per circa 15/30 secondi e poi scuoterle per farle rilassare.

Rilassamento del bambino

Al termine del pasto può essere utile tenere il bambino con il busto eretto per una decina di minuti. Eseguire poi i massaggi. Dopo una mezzora, un bel bagnetto caldo. Cercare poi di ricreare un ambiente che possa aiutare il rilassamento, con luci soffuse e senza rumori molesti. Evitare la televisione a volume alto e musica che non sia rilassante.

Tags: